Perchè andare a vivere in Spagna. ~ Non voglio emigrare

mercoledì 13 febbraio 2008

Perchè andare a vivere in Spagna.

Chi di voi vive in Spagna? Io ci ho passato 2 settimane in vacanza ma non posso dire di conoscerla bene. Nonstante ciò quando penso a un posto dove poter vivere meglio la Spagna è la prima cosa che penso. Più precisamente penso a Barcellona, una città cosmopolita e aperta ai giovani (mi devo fidare di Italo-Spagnolo di Fabio volo?). E' di poche settimane la notizia del suo sorpasso economico sull'Italia, precisamente nei termini di PIL-pro capite. Buona notizia per chi è ha deciso di prendere tutto e varcare i Pirenei.

Le riforme che Zapatero ha prodotto, come ad esempio il matrimonio tra gay, personalmente non le considero importanti tanto per i contenuti e per le questioni etiche che solleva, ma perchè hanno dato una dimostrazione di dinamismo politico, di reattività rispetto al mondo che cambia. Aria fresca, gettata in faccia a tutti senza dover discutere 15 anni nelle sedi parlamentari. Ha trasmesso insomma la sensazione che la politica non è necessariamente sclerotica e atrofizzata, vedi l'Italia.

Girando nei forum ho scoperto che gli spagnoli hanno dei ritmi particolari, molto simili a miei peraltro. La colazione si fa alle 10 o a mezzogiorno, il pranzo verso le 3 o le 4, la cena alle 10 e a mezzanotte si esce fino alle 4 ad ubriacarsi. Bello no? Gli affitti costano meno che qui da noi. A Barcellona con 100-150 euro ti paghi la stanza per un mese. Aprire un locale è facile e non richiede mesi di adempimenti burocratici. La vita costa meno. Con 2 euro ti fai un cuba-libre, qui da noi un bicchier d'acqua.

Insomma è il paese del Bengodi? Certo che no. I problemi ci sono anche lì. A Barcellona ad esempio parlano solo catalano, lo spagnolo ufficiale, il castigliano, non lo sopportano. Ci sono molte opportunità di lavoro non qualificato, ma mica uno può fare il cameriere tutta la vita, no? E' vero che Barcellona è una città in cui sei sempre in vacanza, ma il resto del paese non è proprio così, alcune zone sono molto arretrate, le ferrovie sono più scalcinate delle nostre. E poi ci sono i partiti separatisti baschi, gente non troppo tranquilla. Certo noi possiamo vantare la mafia, la camorra, la 'ndrangheta la Sacra Corona Unita, indbbiamente su questo campo siamo più forti.

Vi consiglio di vedere "L'appartamento spagnolo". Un film che trasmette proprio quel senso di sospensione dai doveri e dai binari della vita, una vita presa d'istinto senza obblighi esterni e vincoli morali, fatta di incontri, amicizie, amori rapaci...una terra di nessuno e di tutti. Ho esagerato?




Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

5 commenti:

Marco ha detto...

Forse hai esagerato, ma non troppo...
Io vivo in Spagna, a Madrid, da un anno; me ne sono andato per molti dei motivi che dici, per la sfiducia, per l'egoismo che si respira, per il timore che venga qualcosa di peggio, di molto peggio, sia economicamente che politicamente...
Me ne sono andato anche per la scarsa considerazione e retribuzione del mio lavoro di ingegnere, costatomi anni di studi in cui potevo imparare a fare il muratore o a riparare le caldaie. Intendiamoci, non chiedo e non chiedevo stipendi da nababbo o una vita lussuosa, ma semplicemente mantenere la famiglia con la quale i nostri politici si riempiono quotidianamente la bocca. Cosa difficile, se non impossibile, senza ricorrere all'aiuto finanziario dei miei genitori, a un'età (30 anni) in cui mio padre manteneva sé stesso, mia madre, un figlio di tre anni e i suoi suoceri con uno stipendio di operaio. Ovviamente, per me e mia moglie, avere un figlio era un lusso improponibile.

Ti ho annoiato anche troppo, passiamo al succo della questione...
Non conosco Barcellona, peró posso dirti che a Madrid si vive bene, sotto molti aspetti.
Il costo della vita, innanzitutto, è piuttosto inferiore, specialmente per quanto riguarda i generi di prima necessità; c'è lavoro, sia qualificato che non, e non si vede questo rapporto "zerbinesco" con il datore che "ti sta facendo un favore" a farti lavorare; l'ambiente di lavoro è molto rilassato e informale, niente di "ingegnere", "avvocato", "cavaliere", il rispetto si dà e si prende in maniera diversa; gli orari sono rilassati, come tu dici (l'orario normale di lavoro è 9-18); la gente vive la città e le sue strade, chiaramente con attenzione ma senza quella paura del "criminale all'angolo" (ovviamente sempre straniero) che i media e la politica inculcano in Italia, sicuramente con motivi ben precisi; la gente è molto accogliente e cordiale, mai in un anno mi hanno fatto sentire fuori posto, o diverso, o "ospite non desiderato", come nella nostra razzista Italia...

Certo, hai ragione, non è il paese del Bengodi... D'altra parte, è qui dove hanno inventato la parola "milleurista"; anche qui ai politici vengono idee assurde e populiste, specialmente nell'imminenza del voto; anche qui c'è gente stupida, gretta, razzista e bigotta... E mille altri difetti che sicuramente scoprirò...

Però, sicuramente qui si respira un'aria diversa, meno stantia...
Non credo che sia solo un'impressione dettata dalla voglia di andarmene da un paese che cominciavo a non sopportare...

Possiamo parlarne, se vuoi, più diffusamente... E se ti viene voglia di fare le valigie, per quanto riguarda la SPagna e soprattitto Madrid ti posso dare delle dritte.
Mi trovi a marcopela AT lycos PUNTO it.

Un saluto e un in bocca al lupo per la decisione che prenderai

Marco

Anonimo ha detto...

Ciao, io ci ho passato 1 anno a BCN in qunato ho fatto l'erasmus in questa città perciò "l'appartamento spagnolo" è il MIO film".
Ma attenzione: la vita descritta ne "l'appartamento spagnolo" è una vita parallela (che io ho vissuto) in un universo parallelo, una volta finita questa esperienza si torna alla realtà.
Poi ci son tornato per lavoro, in quanto in Italia non riuscivo a trovane: i laureati in italia sono considerati "troppo qualificati" e perciiò ai colloqui non ti prendono.
In Spagna ho trovato subito lavoro, qualificato ma... retribuito 1000 euro!!!
Cerca nei motori di ricerca il termine mileuristas e vedrai... è un problema sociale che esiste anche in Italia se riesci a trovare lavoro.
La vita costa leggermente meno che in Italia, ma considera che BCN, con Madrid, è la città + cara della spagna.
Ho tanti amici, sono sempre stato accolto bene e non ho mai avuto problemi.
Gli unici difetti per me sono il sistema sanitario e quello scolastico.
L'università è più semplice del nostro liceo, in 3 anni si laureano tutti, anche i più somari.
Ciao

Marzia ha detto...

Ciao, mi aggiungo all'elenco dei laureati con la valigia in mano. Sono laureata in psicologia a pieni voti e con un master dal 2006, ho fatto l'educatrice per 6mesi ed è da Agosto 2007 che invio Cv in tutta Italia e persino in Svizzera (ci sono molte cliniche e la sanità è un settore che sta decisamente bene da loro..), saranno circa 170 e mi hanno risposto solo per degli stage gratuiti e senza possibilità di inserimento..Per non stare a casa a girarmi i pollici mi sono ridotta a fare la cameriera in un locale per 30€, una sola sera a settimana (di più non possono...), ho fatto domanda persino nei garden e nei supermercati ma sono troppo acculturata, per fare la commessa la laurea non va bene (tra poco chiederanno il test del QI e se supera la norma ti scartano...).Conclusione: non c'è dignità a vivere in questo paese, dopo anni di studi, di sacrifici, soldi spesi..., ti laurei e non vai bene nemmeno per vendere il concime e non parliamo della sicurezza, del caro-vita e di tutto il resto. Vorrei trasferirmi in Spagna, so che non è il paese delle meraviglie, ma il mio non mi appartiene più al momento.Purtroppo non ho contatti utili, sono un po' disorientata. Se qualcuno che si è trasferito vuole lasciarmi qualche dritta scrivetemi qui: narciso.doc@gmail.com. Se mi riesce parto entro l'estate e vado, con mio sommo rammarico, ad alimentare il nutrito gruppo di italiani in fuga. Grazie, ciao.

Occhio Pidocchio ha detto...

Fate come me emigrate a Madrid...ma, in realtá, vi conviene venire in Spagna? Leggete qua:
http://www.occhiopidocchio.info/europa/ti-conviene-venire-in-spagna/
Saludos da Madrid

Blackjack Strategies ha detto...

I suggest you to visit a site on which there are many articles on this question.